Mercatino dell'antiquariato

Pubblicato il da Chiara Criniti

Nel chiostro del Monastero dei Teatini, a Lecce, ci si può spesso incantare tra le bancarelle del mercatino del'antiquariato, dove ogni genere di chincaglieria fa bella mostra di sé su mobili d'epoca, divani e poltrone sdruciti, vetrine opulente di ninnoli d'altri tempi.

 

 

Mercatino dell'antiquariato

Gli occhi fremono e spesso è difficile trattenere la commozione quando a rapirti sono oggetti scampati alla storia stessa, simboli e parti imprescindibili di altre vite, che gridano il loro silenzio di dolore attraverso il tempo e la ruggine.

Mercatino dell'antiquariato

Lo spazio di una riflessione, di una preghiera e il viaggio nel tempo continua. In questo luogo, dove i mondi e le epoche si accavallano, si sfiorano, non scandalizza la sconvolgente vicinanza di oggetti apparentemente incompatibili. Il dolore della guerra abbraccia il gioco e l'infanzia, così bambole di porcellana fanno da sfondo a oggetti che provocano un brivido non soltanto a chi ne ha vissuto l'epoca. 

Pochi passi e nuove visioni ci vengono incontro strappandoci alle nostre dolorose riflessioni, nuovi segnali d'altri tempi che ci regalano un sorriso di malinconica nostalgia.

 

Mercatino dell'antiquariato
Mercatino dell'antiquariato

Irresistibili richiami mi spingono oltre. Poco più in là, superato l'incanto delle copertine dei dischi che rimandano ad un'epoca (neanche tanto lontana) in cui la musica era ancora "palpabile", volgo lo sguardo e il tempo, il mio tempo, si ferma realmente. Scatole colme di riviste, giornali, libri, illustrazioni che inneggiano all'invenzione, alla magia, al sogno, alla fantasia.

Colore, bianco e nero, corsi e ricorsi storici!

Mercatino dell'antiquariato

Mi catturano il fascino e la bellezza di certe illustrazioni liberty, la poesia del narrare storie semplici e antiche attraverso immagini di una modermità sconcertante.

Mercatino dell'antiquariato
Mercatino dell'antiquariato
Mercatino dell'antiquariato

Le mie mani fremono, sfoglio, cerco, l'incanto mi ubriaca. E' un viaggio nella bellezza, non andrei più via. Sfoglio un libricino mentre i miei occhi sono già oltre. Scorgo nuovi colori sotto una pila di riviste, non resisto.

 

Mercatino dell'antiquariato
Mercatino dell'antiquariato

Non so quanto tempo abbia trascorso tra le bancarelle bel mercatino, ma tra i cimeli d'ogni epoca, tra i resti di vite passate, ogni dettaglio mi è apparso incantevole, talmente luminoso da cancellare i segni del tempo, la distanza che ci separa.

Mercatino dell'antiquariato

Con tag Foto, Altre cose

Commenta il post