Domenica mattina di sole e voglia d'uscire.

Il vento spazza l'aria e diffonde i profumi di questa terra che ci invita a scoprirla.

Salento!

Pochi km d'auto tra verdi campagne e linee tortuose di costa ricca di blu, di turghese, smeraldo. Orizzonti abbaglianti si aprono tra quinte di fighi d'india opulenti, eleganti ginestre, prati di giallo e di rosso chiusi in perimetri di muretti a secco.

Siamo arrivati.

Pochi passi e l'incanto del mare fra le scogliere ci blocca il respiro donandoci la giusta dimensione di noi... piccoli, piccoli, piccoli!

Il sentiero segue la pineta. Sotto di noi rocce e mare. Intorno solo il fruscio del vento fra le piante e il ruggito delle onde.

Gabbiani.

Ovunque si volga lo sguardo la natura si mostra in tutta la sua maestosa bellezza, ubriacandoci di colori. Alberi, piante, fiori, erbe, foglie, bacche, di questa Macchia Mediterranea che ci prende il cuore.

 

 

100 1448100_1399.jpg

100_1397.jpg100_1437.jpg

100_1439.jpg100_1406.jpg

100_1416.jpg100_1410.jpg

 

 

Sul sentiero del ritorno siamo più ricchi: pagine di disegni, letture stesi al sole, occhi carichi di bellezza, parole condivise, nuovi passi di gioia, e questi scatti di un luogo che merita un ritorno: Porto Selvaggio (Lecce).

 

*** FINE ***



Torna alla home